Un’alimentazione sana può migliorare lo stato di salute dei pazienti affetti da DM1

Categoria: Malattia | 0

La ricerca non ha dimostrato che una dieta specifica sia utile per diminuire i sintomi della distrofia miotonica (DM), ma una dieta equilibrata, simile a quella consigliata per la popolazione in generale, può aiutare a migliorare lo stato di salute.

Ecco alcune linee guida e qualche consiglio:

  • Assumere cibi che permettono una dieta ben bilanciata: evitare di eliminare dalla dieta specifici gruppi di alimenti ameno che non sia necessario per motivi terapeutici (diabete, malattia celiaca,ecc.).
  • Non saltare i pasti. I muscoli hanno bisogno di una dose costante di energia per funzionare. Se si è stanchi e non si ha voglia di cucinare, preferire cibi facili o bevande che richiedono meno sforzo per essere preparati e mangiati.
  • Se si hanno problemi di deglutizione, rivolgersi ad un logopedista e ad un dietologo per trovare i cibi più idonei da ingerire in modo sicuro.

  • Mantenere un peso costante: per il corpo è un problema guadagnare o perdere di frequente il peso.
  • Se si stanno assumendo steroidi, è importante anche assumere calcio e vitamina D perché gli steroidi possono causare una carenza di queste vitamine e minerali.
  • Distribuire i pasti/spuntini. Il corpo e i muscoli hanno bisogno di costante energia distribuita in tutto il giorno.
  • Bere almeno 6-8 bicchieri d’acqua al giorno.La disidratazione ci rende più stanchi e deboli.
  • Più proteine non equivalgono a più muscoli.Mentre le proteine servono a mantenere i tessuti e i muscoli, troppe proteine possono far perdere calcio, mentre una dieta equilibrata previene la degenerazione muscolare. E’ bene suddividere l’assunzione di proteine nel corso della giornata.

Qualche consiglio pratico:

  • Aumentare la frutta e la verdura, sforzandosi di avere nel piatto un “arcobaleno di colori”. Un basso contenuto calorico e un alto contenuto di nutrienti e fibre, aiuta in caso di stitichezza e per la gestione del peso.
  • Mangiare carne magra, pesce e pollame, alla griglia o al forno.
  • Bere abbastanza liquidi, ma evitare quelli gasati e contenenti zuccheri. L’acqua aiuta a non aumentare di peso e a prevenire e ad alleviare la stitichezza.
  • Aumentare l’assunzione di cereali integrali.
  • Mangiare legumi almeno 3 volte la settimana: forniscono proteine, fibre e vitamine del gruppo B.
  • Diminuire le bevande zuccherate, i succhi di frutta e i dolci: questo aiuterà a gestire il peso.
  • Diminuire l’assunzione di caffeina. Questo può diminuire i suoi effetti collaterali come la frequenza cardiaca veloce, tremori muscolari, mal di stomaco e aumento della minzione.