5×1000: la nostra forza è essere uniti!

Categoria: 5x1000, FMM, Raccolta Fondi | 0

Quello del 5×1000 è un bell’esempio di come insieme, uniti, possiamo ottenere grandi risultati!

A ciascuno di noi, a ogni singolo cittadino, potrebbe anche sembrare un piccolo contributo, perché il 5 per mille dell’irpef è una piccola parte della nostra tassazione, a livello nazionale si tratta mediamente di 30 euro per contribuente, ma nel momento in cui abbiamo lo stesso obiettivo, allora il 5 per mille diventa davvero una risorsa importante.

E infatti, grazie agli 857amici che hanno indicato la loro preferenza per la Fondazione Malattie Miotoniche nella dichiarazione dei redditi, quest’anno ci verranno corrisposti dallo Stato 42.778,75 euro: un contributo che sarà linfa vitale per proseguire i lavori di ricerca sulle malattie miotoniche. Con il 5 per mille dello scorso anno abbiamo potuto finanziare un’indagine innovativa sui difetti cardiaci nei pazienti con Distrofia Miotonica di tipo 1, per individuare situazioni di rischio. I risultati a livello internazionale sono stati così importanti da farla proseguire anche nel 2017 ed estenderla anche a chi è affetto dalla forma di Distrofia Miotonica di tipo 2.

Per questo, in questi giorni in cui ci apprestiamo a compilare la dichiarazione dei redditi vogliamo ricordarti che destinare il 5 per mille alla Fondazione Malattie Miotoniche è un gesto importante ci permetterà di scrivere, insieme, il futuro della ricerca scientifica sulle malattie miotoniche, per donare a tutte le persone colpite da queste malattie una vita più serena e un futuro migliore.

Donare il 5 per mille non comporta nessun costo aggiuntivo, basta ricordarsi di compilare lo spazio per la “Scelta per la destinazione del 5 per mille dell’IRPEF” nel Modello 730, nel Modello Redditi o nella Certificazione Unica: nella casella del “Finanziamento della Ricerca Scientifica…” potrai firmare e inserire il codice fiscale della Fondazione Malattie Miotoniche: 97584670158.

Solo insieme, grazie al tuo sostegno e all’impegno dei nostri ricercatori, potremo proseguire a grandi passi verso nuovi traguardi! Grazie!